{
Studente Vincente

Naturale, veloce e tuo per sempre

{

Per Iscrizioni - informazioni e/o prenotazioni 

{

Tuo figlio è intollerante allo studio?

15/02/2017, 11:32

Tuo-figlio-è-intollerante-allo-studio?

L’intolleranza allo studio di tuo figlio è causata dall’incapacità di sapersi ORGANIZZARE!

STUDENTE VINCENTE SVEGLIA IL TUO TALENTO!


facebook
linkedin
youtube
instagram

Copyright di Fabio Preti Via A. Manzoni, 216 Savignano sul Panaro (MO) Cell. 339 2822359

Ultimo aggiornamento 25 agosto 2019

15/02/2017, 11:32

Studiare, Intolleranza, 5 passi, Studente Vincente, Metodo, gestione del tempo, pianificare



Tuo-figlio-è-intollerante-allo-studio?


 L’intolleranza allo studio di tuo figlio è causata dall’incapacità di sapersi ORGANIZZARE!



L’intolleranza allo studio di tuo figlio è causata dall’incapacità di sapersi ORGANIZZARE!

Vuoi la prova?
Se hai la "fortuna" di essere presente ad un pomeriggio di studio di tuo figlio, questo, di solito, è lo scenario:

1)Dopo averlo "esortato" per un tempo "indefinito", a dare inizio ai "compiti", e dopo averlo sentito ripetere più e più volte, con la voce da navigatore di Google: "Un attimo...! Adesso vado...!", finalmente lo vedi riapparire dallo "stargate" di internet, con lo sguardo di quello che, forzatamente, si è visto privato della sua unica ragione di vita!

2)A seguire, con la motivazione di chi è in fila all’anagrafe con il numero 86, e il display dice: "stiamo servendo il numero 45", lo vedi chiedersi dov’è lo zaino e dove ha lasciato il resto dei materiali. Poi dopo "alcuni" minuti di intensa ricerca, due soste in bagno e una in frigo, finalmente si siede. Apre lo zaino, prende fuori il diario e sbuffando lo sfoglia distrattamente, ad un tratto gli compare la pagina giusta con la "sentenza giornaliera".

3)Letto le prime cose da fare, scatta la pausa "cellulare". "Potrebbe essergli arrivata una notifica o un messaggio ed è buona educazione rispondere!".

4)Siamo già abbondantemente oltre i 20 minuti dalla partenza e non ha concluso un bel niente! Il tempo passa, gli esercizi vengono a tratti, la distrazione si fa largo tra le pagine dei libri di testo, mentre l’ansia da verifica o da interrogazione del giorno dopo si insinua nella concentrazione. Ed il tempo passa... e se ne va!

5)Siamo oramai alla fine della prima ora ed al 15% di lavoro fatto. Pausa cellulare! "Ci sta!".
Il pomeriggio prosegue, inesorabile, verso la prima attività sportiva o ricreativa, portando nuovi pensieri al tuo giovane studente.
Con il 30% del lavoro fatto si prepara per uscire: sport, teatro, musica, scacchi, ecc. a te la scelta!

6)Al ritorno buona parte del pomeriggio è passata, portando con sé energie e voglia. Ma siamo ancora al 30% del lavoro fatto e, domattina, c’è la verifica di matematica! Con questi pensieri che gli rimbalzano in testa, arriva prepotente l’ansia!
Da questo momento in poi ci sono due sentieri possibili che tuo figlio di solito percorre.

7)Primo sentiero. Scatta l’iperattività, così lo vedrai "pattinare" sui libri e gli esercizi, a cena magiare con l’imbuto, per rigettarsi sui libri, per arrivare alle 23, stanco, assonnato, arrabbiato e preoccupato, al 60% del lavoro fatto! Ma, non ce n’è più! Il mattino seguente, consapevole di essere pronto al 60% per l’interrogazione o la verifica, lo vedrai cercare la protezione della "Forza" e dell’ordine degli "Jedi"!
(A proposito: "Che la Forza sia con lui!").

8)Secondo sentiero. Il suo dialogo interno sarà più o meno questo: "In considerazione del fatto che i compiti rimasti sono troppi per me, che non ho capito quasi niente, che non mi va, che non mi interessa... Decido che il 15% è abbastanza!"
Così ritorna ad attraversare lo "stargate" di internet e si anestetizza con la "rete". Il mattino dopo? L’interrogazione? La verifica? La sua risposta? "Ci penserò domattina.... Chi se ne frega!"

Ho esagerato? Forse sì, magari tuo figlio è più organizzato, ma questo non toglie che, molta della demotivazione, preoccupazione, ansia e delusioni, siano causate da una scarsa capacità di saper pianificare e gestire il proprio tempo da parte dello studente.

Per questo motivo, alla Bottega "I 5 passi dello Studente Vincente", insegno come organizzarsi e gestire il tempo. Sapersi organizzare e pianificare il tempo è uno degli elementi fondamentali della preparazione, per chi vuole raggiungere grandi risultati nello studio!

Avere un metodo, sapersi organizzare e gestire efficacemente il tempo, sono 3 dei 5 passi "segreti", che gli svelo ed insegno alla Bottega, così imparerà con facilità, velocità ed efficacia.

Durante la Bottega "I 5 passi dello Studente Vincente", inoltre, gli insegno 2 ulteriori "passi": come motivarsi e come fare le cose.

A questo punto ti starai chiedendo: "Se mio figlio partecipa alla Bottega, quanto tempo gli servirà poi per mettere in pratica i 5 passi?". Domenica sera, al termine della Bottega "I 5 passi dello Studente Vincente", tuo figlio/a sarà IMMEDIATAMENTE ed EFFICACEMENTE in grado di mettere in pratica i 5 passi!

Se vuoi vedere tuo figlio padroneggiare la sua "Forza", clicca il link qui sotto ed avrai tutte le informazioni sulla Bottega "I 5 passi dello Studente Vincente".

//www.studentevincente.com/#!/Corsi%20per%20studenti
Che la "Forza sia con te!"


1
{
{
Create a website